Woodn si veste d'acqua e l'acqua si veste di Aeternus al Castello Sforzesco.
Alla quinta edizione del salone Water Design a Milano gli archistar lavorano con Woodn.
05 ottobre 2015

Acqua che scorre libera dentro pareti di cristallo, una piscina per rigenerare il liquido e un pavimento a pelo d'acqua.
Panta rei... al Cortile della Rocchetta del Castello Sforzesco di Milano, dove dal 2 al 11 ottobre il salone Water Design mette in mostra le installazioni di alcuni tra i più grandi nomi dell'architettura milanese: da Citterio a Lissoni a Urquiola, per citarne solo alcuni.
E naturalmente dove c'è acqua, e dove c'è architettura indirizzata alla sostenibilità, c'è Woodn.
L'azienda bellunese, sempre più quotata nel mercato italiano e internazionale dell'edilizia di pregio, è partner tecnico del progetto "Acqua e sostenibilità" che vede Ferruccio Laviani, Piero Lissoni e Patricia Urquiola, mettere in scena tre suggestioni dell’abitare contemporaneo che interagiranno con un giardino centrale, dove sarà installato un sistema di rigenerazione dell’acqua (uno stagno con piante acquatiche) che permette all’acqua di scarico della vita quotidiana di essere purificata, con una riduzione di spreco per il 70%.

Woodn Industries, in collaborazione con la società Legno e Sole, ha realizzato per lo studio Lissoni un pavimento di 50 mq di Aeternus flottante appena sopra il pelo dell'acqua, e per l'architetto Urquiola un manufatto simile ma di minor superficie.
Sotto, intorno e dentro i pavimenti l'acqua scorre per poi essere risucchiata dentro le pareti di cristallo e fra i muri, finendo poi a rigenerarsi nella piscina centrale.
La collaborazione tra Woodn Industries e lo studio Lissoni non è cosa nuova: già per il suo faraonico progetto del Al Zorah Resort a Ajman negli Emirati Arabi, l'archistar ha preferito il Woodn rispetto ad altre opzioni.

Le due linee di prodotto di Woodn Industries, il Woodn e il Greenwood infatti piacciono sempre più agli archidesigners che creano spazi abitativi concepiti come opere estetiche, e sempre più spesso l'azienda viene invitata a partecipare, insieme a nomi celeberrimi del design abitativo, alle esposizioni più autorevoli in Europa, come il Salone del Mobile di Milano, dove il Deck Greenwood ha partecipato al Fuorisalone, o il salone Giardina in Svizzera, o sempre a Milano, più di recente, l'Homi Outdoor.
Il legno tecnico e la ricerca della sostenibilità vanno decisamente daccordo, sposati anche ad una nuova concezione progettuale dello spazio abitativo, dove l'idea di "muro", la separazione drastica tra interno ed esterno è sempre più spesso un'opzione possibile, ma non più ovvia, anzi...
Anche grazie a materiali come il Woodn e il Greenwood, la tecnologia e la modernità, volte al "buono", ci facilitano il ritorno ad uno spazio naturale e multiforme benchè modernissimo e pienamente urbano.

Il pavimento flottante può essere percorso visitando il progetto "Acqua e Sostenibilità" presso il salone Water Design a Milano, Castello Sforzesco, dal 2 all'11 ottobre.
Il programma della manifestazione è disponibile sul sito ufficiale: Water Design 2015

Il progetto dello Studio Lissoni (cliccate sulle foto per ingrandirle):

Il progetto dello Studio Urquiola (cliccate sulle foto per ingrandirle):


Vai all'Archivio News